Dr. Ennio Calabria - Dr. Gianmarco Calabria - Dr.ssa Elena Calabria



Articoli





LO SBIANCAMENTO DENTALE PROFESSIONALE



 

LO SBIANCAMENTO DENTALE PROFESSIONALE www.idoctors.it

 

Una metodica innocua per migliorare la brillantezza del sorriso, Lo sbiancamento con lampada è un sistema scientificamente avanzato e brevettato. Rappresenta un metodo efficace per migliorare in modo talvolta notevole il colore dei propri denti e quindi l'estetica del sorriso. Si può affermare con ragionevole certezza che lo sbiancamento professionale con lampada in studio, rappresenta una metodica innocua sia per lo smalto dei denti che per il paziente in generale. Nella letteratura scientifica internazionale non è mai stato riportato alcun effetto collaterale degno di nota. Lo sbiancamento in studio con lampada professionale è un procedimento che schiarisce le macchie presenti su smalto e dentina.

Le cause di questi in estetismi sono molte, le più comuni sono date da:

  • consumo di sostanze "macchianti”, come caffè, the, cola, tabacco, vino rosso ecc.
  • l'invecchiamento fisiologico
  • durante la crescita il consumo di tetracicline presenti in alcuni farmaci,
  • l'uso eccessivo di fluoro può anch'esso causare macchie sui denti.

Quindi il trattamento può non dare gli stessi risultati per tutti, solo il dentista può determinare con una visita approfondita se il paziente è un soggetto adatto a questo tipo di procedura, in modo da poter valutare anche i potenziali risultati. L'ingrediente attivo del trattamento con lampada sbiancante è il perossido di idrogeno. Quando il perossido di idrogeno viene attivato dalla lampada, l'ossigeno penetra nello smalto e nella dentina, eliminando le macchie colorate senza alterare la struttura del dente. La lampada migliora e facilita l'attivazione del perossido di idrogeno e lo aiuta a penetrare nella superfice del dente.

Durante il trattamento che dura circa un'ora, il paziente può tranquillamente riposarsi e ascoltare la musica. È consigliabile far precedere un trattamento di detartrasi prima di procedere allo sbiancamento. Durante il trattamento alcuni pazienti potrebbero avvertire sensibilità, la lampada genera una minima quantità di calore che è causa frequente di disagio, a fine trattamento eventualmente si può usare un gel al fluoro che ridimensiona notevolmente questo problema. Attenzione però a vecchie otturazioni o restauri protesici presenti in bocca soprattutto nella zona anteriore, dopo il trattamento sbiancante risulteranno scure; sarà quindi necessario sostituirle al termine dello sbiancamento. I soggetti sensibili ai raggi, compresi coloro che si sottopongono a terapie PUVA (PSORALEN+RADIAZIONI UV) o a qualsiasi altro tipo di foto terapia, così come pazienti con melanoma non dovrebbero sottoporsi al trattamento. Anche i pazienti che prendono medicinali o sostanze sensibili ai raggi, sebbene sotto prescrizione medica o medicinali omeopatici dovrebbero consultare il loro Curante prima di procedere allo sbiancamento. Sulla durata dello sbiancamento dentale non si hanno dati definitivi a lungo periodo, essendo una metodica piuttosto recente. Una certa recidiva è da tenere in conto, e comunque possibile se necessario, eseguire poche applicazioni di "richiamo" una volta ogni anno e mezzo, due. È ideale infine, per chi ricerca risultati immediati, il risparmio di tempo rispetto alle mascherine domiciliari o alle strisce è notevole. Molte persone oggigiorno ricorrono per vari motivi ad un trattamento sbiancante, nella società odierna un sorriso brillante può fare una grande differenza.

Correlati

spazzolino elettrico

Apri
sindrome di sjogren

Apri
5 erbe per la salute dei denti

Apri
fitoterapia nella cura delle malattie della bocca

Apri
sbiancare i denti con il bicarbonato di sodio

Apri
denti e flora batterica

Apri
denti e sport

Apri
scialolitiasi

Apri
apnee notturne

Apri
cellule staminali e denti

Apri
attenzione a come chiudete la bocca

Apri
Carie: un nuovo spray al bicarbonato per prevenirla

Apri
Contro la paura del dentista un aiuto dall'ipnosi

Apri
IMPIANTI SHORT

Apri
COSTO STUDIO DENTISTICO

Apri
l'abtment amortizzato in titanio

Apri
IMPLANTOLOGIA MINIMAMENTE INVASIVA

Apri
Quali sono gli impianti dentali meno invasivi

Apri
EFFETTI BENEFICI DELLE STATINE NELLA MALATTIA PARADONTALE

Apri
TEST SALIVARE PREVENZIONE CANCRO E PATOLOGIE RENALI

Apri
PROBLEMATICHE PROSTATICHE E MALATTIA PARADONTALE

Apri
RIMOZIONE DELL'AMALGAMA DENTALE

Apri
GENGIVITE ED ALIMENTAZIONE

Apri
ANTIBIOTICOTERAPIA IN ODONTOIATRIA

Apri
COS'E' LA PLACCA BATTERICA?

Apri
QUALI FARMACI POSSONO ESSERE USATI NELLA DONNA IN GRAVIDANZA?

Apri
TUMORI DEL CAVO ORALE , ALLARME E LINEE GUIDA:

Apri
ESISTE UNA CORRELAZIONE TRA MALATTIE PANCREATICHE E MALATTIA PARADONTALE?

Apri
C'E' UNA CORRELAZIONE TRA ASMA , MALATTIE RESPIRATORIE E SANGUINAMENTO GENGIVALE?

Apri
CORRELAZIONE TRA OBESITA' E MALATTIA PARADONTALE

Apri
Malattie parodontali e rischio di cancro al seno nelle donne in meno pausa.

Apri
IMPORTANZA DELLA VITAMINA D

Apri
GRAVIDANZA E MALATTIA PARADONTALE

Apri
Trascurare l`igiene orale potrebbe causare l`infarto

Apri
MAL DI SCHIENA E CURE ODONTOIATRICHE

Apri
I DISTURBI RESPIRATORI DEL SONNO : RUOLO DEGLI ODONTOIATRI

Apri
LEUCOPLACHIA VERRUCOSA PROLIFERATIVA

Apri
Traumi da occlusione ed effetti parodontali

Apri
Gli effetti del fluoruro stannoso sulla polpa e sulla dentina

Apri
L’alveolite post-estrattiva o alveolite secca

Apri
La lingua a carta geografica o glossite migrante benigna

Apri
La pericoronite del dente del giudizio

Apri
Perché un dente devitalizzato fa male?

Apri
Allineatori trasparenti: Invisalign e altri. Controinformazione.

Apri
Parliamo dell'uso della diga in odontoiatria

Apri
Diamo un calcio al mal di denti

Apri
L'importanza dell'approccio multidisciplinare: infezioni odontogene e fistole extraorali

Apri
IL BRUXISMO

Apri
LO SBIANCAMENTO DENTALE PROFESSIONALE

Apri
FRENULO LINGUALE CORTO E CARIE PREMATURA DENTI DA LATTE

Apri
ASSOCIAZIONE TRA GENGIVITE, PARODONTITE E MALATTIE SISTEMICHE

Apri
LA 'DEVITALIZZAZIONE DI UN DENTE': PERCHÈ SI ESEGUE, CON QUALI METODICHE E COSA COMPORTA

Apri
ENDODONZIA

Apri
IN GRAVIDANZA NON TRASCURATE L'IGIENE ORALE

Apri
LA SEDAZIONE COSCIENTE DIVENTA SEMPLICE E SICURA

Apri
PRIMO CASO IN ITALIA: DENTISTA SOSPESO DALLA PROFESSIONE PERCHÈ NON SI AGGIORNA

Apri
SALUTE DEL CAVO ORALE: L'EROSIONE DENTALE

Apri
BRUXISMO

Apri
PARODONTITE

Apri
Le cellule staminali possono rigenerare i denti dei bambini

Apri
Sorriso made in Italy: vale la pena andare all'estero?

Apri
Sedazione cosciente in odontoiatria

Apri
5 domande salva-gengive. Una App per fare il test. Inutili esame saliva e test genetici

Apri
ODONTOFOBIA - Paura del dentista per 6 persone su 10

Apri
L'anidride carbonica è sotto accusa perché può causare danni ai denti

Apri
Lo Xilitolo nel mantenimento della salute dentale

Apri
Diastema: è solo una questione Estetica?

Apri
Dentista e paziente HIV

Apri
Carie dentale, come prevenirla e cause: non è ereditaria, conta l'igiene

Apri
La dieta ideale per la salute dei nostri denti

Apri
La nevralgia del trigemino: che cos’è e come si cura?

Apri
Uso del collutorio: pro e contro

Apri
Le reazioni allergiche ad anestetici locali sono frequenti?

Apri
Lesioni endo-parodontali

Apri
Carie dentale: quando è necessaria la devitalizzazione?

Apri